Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita

La giapponese Marie Kondo ha messo a punto un metodo che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi domestici… e insieme la serenità, perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce incommensurabili vantaggi spirituali: aumenta la fiducia in sé stessi, libera la mente, solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose preziose, induce a fare meno acquisti inutili. Rimanere nel caos significa invece voler allontanare il momento dell’introspezione e della conoscenza.

Marie Kondo: La regina del Riordino

“Avete bisogno del Grande Riordino, quello che cambia la vita e risolve il problema alla radice. Avete bisogno dei consigli di Marie Kondo, che ha trasformato l’arte del riordino in un mestiere di successo.” LA STAMPA

“Ascoltandola viene voglia di andare a casa, svuotare armadi e cassetti e cominciare una nuova vita all’insegna dell’ordine.” VANITY FAIR

“La guerra contro il caos diventa una filosofia di vita.” FAMIGLIA CRISTIANA

“Il manuale della formidabile giapponesina 30enne sulla magia di tenere le cose a posto è in grado di trasformare le nostre vite.” LA REPUBBLICA
Marie Kondo, Kondo, riordino, Magico potere del riordino
La cura della casa: Introspezione e conoscenza

Il caos degli oggetti inutili soffoca non solo le nostre case, ma anche le nostre anime. Marie Kondo invita a liberarci di tutto ciò che non ci ispira emozione, perché solo circondandoci di cose che ci danno gioia potremo essere felici. La vita vera comincia dopo aver riordinato.

Nel libro che l’ha resa una star, la giapponese Marie Kondo ha messo a punto un metodo che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi domestice e insieme la serenità, perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce incommensurabili vantaggi spirituali: aumenta la fiducia in sé stessi, libera la mente, solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose preziose, induce a fare meno acquisti inutili. Rimanere nel caos significa invece voler allontanare il momento dell’introspezione e della conoscenza.