Skip to main content

La sessualità della coppia, in terapia, è un tema che non può essere trascurato, o lasciato alla richiesta esplicita di venire affrontato. Quando una coppia racconta di una sua difficoltà, anche se non esplicitamente di natura sessuale, deve essere esplorata la vita sotto le lenzuola, per conoscere un aspetto capace di produrre sofferenza e che finisce per espandersi a tutta la relazione.

Il sesso in una coppia è necessario?

Ponendo questa domanda, otterremo probabilmente una risposta affermativa, ma le stesse persone potrebbero non considerarlo un aspetto in grado di mettere a rischio il rapporto. In ogni caso, qualunque sia la risposta data a questa domanda, la sessualità ricopre un ruolo molto importante in quanto mandato fondamentale dell’essere umano, codificato nel nostro patrimonio genetico. Oltre al fine riproduttivo, inoltre, l’essere umano fa del sesso un uso sociale, di piacere fisico e mentale, aumentando le possibilità di fare proseguire la specie.

Perché è importante parlare anche di sessualità in terapia?

Molte informazioni utili alla terapia, emergono parlando della loro vita intima. Tra le informazioni in grado di fornire informazioni importanti per conoscere le dinamiche interpersonali dei partner, alcuni esempi sono:

  • come avvengono gli approcci
  • il grado di soddisfazione
  • la durata dei rapporti
  • le credenze sul sesso
  • l’uso di fantasie prima e durante i rapporti
  • i tabù sessuali
  • i miti sul sesso
  • la masturbazione solitaria dei partner
  • cosa succede quando un partner arriva rapidamente all’orgasmo
  • come vengono affrontate eventuali disfunzioni o altri impedimenti

Le risposte alle domande poste sopra, offrono informazioni preziose su come i partner interagiscono, sui rapporti di potere esistenti e sulla capacità di affrontare insieme le difficoltà. Dunque, non si tratta di informazioni capaci di informare solo su coppie che portano una difficoltà sessuale, ma sull’intera vita relazionale.

I problemi relazionali che producono problemi sessuali

Quasi sempre, un conflitto duraturo all’interno della vita di coppia, produce ripercussioni sulla vita sessuale. Le tensioni di breve durata possono anche trovare uno sbocco positivo in un rapporto sessuale. Quando, invece, il conflitto ha radici profonde che la coppia non riesce a estirpare, il sesso ne farà inesorabilmente le spese, sia in termini di frequenza dei rapporti, che di capacità di risultare soddisfacenti. Quando non si tratta di un mero sfogo della tensione, la sessualità è un momento di intimità, di scambio e di gioco, che hanno come presupposto uno stato di armonia relazionale.

Le difficoltà sessuali che producono conflitto relazionale

Quando esistono ragioni in grado di impedire o limitare la soddisfazione sessuale per lungo tempo, se uno dei partner, o entrambi, considerano il sesso un elemento importante della loro vita, è probabile che la coppia possa andare incontro a problemi che sono in grado di metterne a rischio la sopravvivenza. Tradimenti, separazioni o lunghi periodi di frustrazione si prospettano se non vengono affrontate insieme le difficoltà che ostacolano una regolare sessualità

Maurizio Massini

Author Maurizio Massini

Milano, Italy - Ho 58 anni, mi sono laureato in psicologia clinica all’Università degli Studi di Parma e specializzato in psicoterapia a indirizzo comportamentale e cognitivo. Mi sono specializzato in psicoterapia cognitiva e comportamentale, sessuologia clinica, terapia della coppia e consulenza familiare. Ho conseguito un master in ipnoterapia e seguito il percorso di specializzazione in EMDR per il trattamento dei traumi.

More posts by Maurizio Massini